Borsa mercantile di Chicago (CME) | Definizione e storia


Il Borsa mercantile di Chicago (CME), spesso indicato come Chicago Merc, è una borsa organizzata per investire in futures e contratti. Il CME offre futures e, nella maggior parte dei casi, opzioni su agricoltura, petrolio, indici azionari, FOREX, tassi di interesse, materie prime, investimenti immobiliari e persino meteo. Il Chicago Mercantile Market (CME) è il principale mercato dei futures negli Stati Uniti e il secondo più grande al mondo per lo scambio di derivati e contratti su futures. 

Il Chicago Mercantile Exchange (CME) in breve

  • Il CME è il più grande mercato dei futures negli Stati Uniti e il secondo mercato più grande per i derivati e i contratti futures a livello mondiale.
  • Ampia gamma di offerte: CME offre futures e opzioni nei settori dell'agricoltura, del petrolio, degli indici azionari, del FOREX, dei tassi di interesse, delle materie prime, degli immobili e del meteo.
  • Piattaforme di trading: 1TP82I contratti Tativi e futures del CME sono negoziati su varie piattaforme, tra cui il trading digitale GLOBEX e l'intermediazione fidata.
  • Trading di opzioni binarie: In quanto mercato dei contratti designati (DCM), il CME offre scambi regolamentati di opzioni binarie.

I prodotti chiave dell'ECM

Mercati ECM
Mercati ECM

CME ha 4 prodotti chiave su cui si basano redditi fissi (come i futures EUR/USD, il mercato dei futures più scambiato al mondo), indici azionari come i (future S&P 500 e 100 da il NASDAQ), FOREX e merce mercati.

Storia del Chicago Mercantile Exchange (CME)

Il CME iniziò come Chicago Butter and Egg Board, un'organizzazione senza scopo di lucro, nel 1898. La società venne ribattezzata Chicago Mercantile Exchange nel 1919. CE McNeil, SE Davis e OW Olson furono tra gli sviluppatori iniziali. Nel giorno di apertura delle operazioni come CME sono stati scambiati tre futures e nel corso della settimana ne sono stati negoziati un massimo di otto.

Dopo la prima guerra mondiale, il coinvolgimento dei civili nei mercati fu legalizzato. Anche se il CME afferma di aver "inventato" futures in numerose garanzie promozionali, il present Borsa del commercio internazionale, stabilito in 1970 dai soci della Borsa dei prodotti di New York (con il quale si è poi fusa) e con sede a New York, è stata la prima piattaforma a stipulare un accordo di contratti futures, a partire dal 23 aprile 1970, 2 anni prima del Chicago Mercantile Exchange. Nel metà degli anni '70, il CME lanciò i futures finanziari, presto seguiti dai metalli rari, obbligazioni, così come altri titoli. CME è diventata una società quotata in borsa nel dicembre 2002.

Gli azionisti che hanno acquistato le azioni di categoria A della società quotate in borsa al prezzo IPO hanno ricevuto circa 3.000% di utili, rispetto a circa 340% per il relativamente ampio equità mercato. Tuttavia, non hanno ricevuto 100% di sedie da direttore CME: 6 dei 20 direttori ECM sono stati eletti in carica da nuove azioni di Classe B assegnate agli azionisti delle sedie CME quando lo scambio si è trasformato da un'organizzazione di proprietà dei membri a un'entità aziendale in 2000. CME ha proposto azionisti di Classe B $10 milioni ad agosto 2018 in cambio della cessione della proprietà di 6 incarichi nel consiglio di amministrazione nell'ambito di una ristrutturazione del consiglio di amministrazione.

Lo scambio rivendicato in ottobre 2006 che CME e il suo concorrente cittadino, il Chicago Board of Trade, prevista per la fusione, che è stata completata nel Luglio 2007. CME Group è una società consolidata. Il Gruppo CME ha pagato $8,9 miliardi per il New York Mercantile Exchange marzo 2008.

Il CME ha tentato di regolamentare il mercato in fine 2019 con algoritmi sfrenati che hanno portato i volumi di dati a salire alle stelle in borsa. Questo volume comprendeva principalmente messaggi computerizzati che mostravano le fluttuazioni delle quotazioni per acquistare o vendere futures EUR/USD.

I suoi derivati e contratti su futures sono negoziati sulle piattaforme di negoziazione del CME, sul GLOBEX sistema di trading digitale e in accordi confidenziali. 

Il CME offre opzioni binarie?

Sì, le offerte del Chicago Mercantile Exchange (CME). opzioni binarie come contatti fissi. Tuttavia, il trading di opzioni binarie negli Stati Uniti è strettamente regolamentato e deve avvenire su borse regolamentate. Il CME è uno dei mercati a contratto designati (DCM) che supervisionano il trading di opzioni binarie. Attualmente ci sono solo tre DCM che offrono trading di opzioni binarie negli Stati Uniti: Cantor Exchange, LP; Chicago Mercantile Exchange, Inc (CME); e il nordamericano Derivatives Exchange, Inc (NADEX).

Circa l'autore

Percival Knight
Percival Knight è un trader esperto di opzioni binarie da più di dieci anni. Principalmente, effettua operazioni di 60 secondi con un tasso di successo molto elevato. Le mie strategie preferite sono l'utilizzo di candelieri e falsi breakout

Scrivi un commento