Cos'è l'indice FTSE100? | Definizione e storia


Il FTSE100 è un indice azionario che misura le performance delle prime 100 aziende quotate sul mercato Borsa di Londra sulla base della capitalizzazione di mercato.

In passato era tra gli indici più negoziati, in quanto ritenuto il miglior indicatore della forza del mercato azionario britannico. Gli indici FTSE 250, tuttavia, hanno fornito un quadro più realistico dell’economia del Regno Unito poiché il FTSE 100 è cresciuto fino ad abbracciare un numero maggiore di società globali.

FTSE 100 in breve

  • Il FTSE100 è un indice di riferimento per le prime 100 società della Borsa di Londra.
  • Inizialmente, era visto come un forte indicatore della performance del mercato azionario del Regno Unito.
  • Nel corso del tempo, si è espanso fino a includere più società globali, riflettendo i cambiamenti nell’economia.
  • L’indice è composto prevalentemente da imprese con sede nel Regno Unito, ma comprende anche alcune aziende internazionali.

Comprendere il FTSE100

Il FTSE 100 è spesso considerato un segnale chiave di crescita per le aziende del Regno Unito e per l’economia britannica nel suo complesso. Di conseguenza, spesso attrae investitori che cercano l’accesso alle grandi società del Regno Unito. Mentre alcuni elenchi includono aziende con sede al di fuori del Regno Unito, il FTSE100 è composto prevalentemente da imprese del Regno Unito ed è influenzato da eventi quotidiani nel Regno Unito.

Il termine FTSE 100, o "Footsie", è un mix di Financial Times e LSE. Anche se le lettere "FTSE" sono spesso intercambiabili con gli indici FTSE 100, il Gruppo FTSE include numerosi indici aggiuntivi, come il già citato FTSE 250.

Alcune delle società più popolari nel FTSE 100 includono:

  • BP plc
  • HSBC Holdings plc
  • Unilever plc
  • GlaxoSmithKline plc
  • Royal Dutch Shell plc
  • AstraZeneca plc
  • Diageo plc
  • British American Tobacco plc
  • Lloyds Banking Group plc
  • Gruppo Rio Tinto

I rivali europei del FTSE100 comprendono il CAC 40 in Francia e il DAX30 in Germania.

Storia di FTSE100

Il logo ufficiale del Financial Times

Il Borsa valori del Financial Times (FTSE) è l'abbreviazione delle due società fondatrici del FTSE 100, del Financial Times e della LSE. Il FTSE All-Share, introdotto nel 1962 come FT Actuaries All-Share, è il primo indice del mercato azionario britannico ancora utilizzato oggi. Il Financial Times è stato interamente responsabile degli indici fino al gennaio 1984, quando fu introdotto il FTSE 100.

Il FTSE 100 ha rapidamente guadagnato popolarità come indicatore principale delle performance azionarie del Regno Unito, spingendo la creazione di ulteriori indici nell'ottobre 1992. Il FTSE 250 è stato il più degno di nota.

Pochi anni dopo il debutto del FTSE 250, FT - ora una divisione delle pubblicazioni Pearson - e LSE fondarono il FTSE Group per amministrare tutti gli indici FTSE. Dopo la vendita dei suoi interessi da parte di Pearson nel 2011, l'azienda è ora completamente gestita e controllata dalla LSE.

Entrambi gli indici sono cresciuti notevolmente negli anni successivi, con l'FTSE 100 che ha superato la soglia dei 5000 punti nell'agosto 1997 e i 250 che l'hanno seguita nel febbraio 1998. L'FTSE 100 ha raggiunto un massimo di 6930,2 il 20 dicembre 1999, una pietra miliare che potrebbe durare per i successivi quindici anni.

I picchi di entrambi gli indici sono stati alimentati principalmente da massicci aumenti delle società di telecomunicazioni, intrattenimento e tecnologia. Tuttavia, il giorno di apertura degli scambi nel 2000, la bolla delle dot-com è esplosa, scendendo a meno di 4000 nell'aprile 2003.

Sebbene molte delle tendenze principali dell'indice somiglino molto a quelle del S&P 500 negli Stati Uniti, il secondo ha un record storico di battere il FTSE 100. Ciò è dovuto alla focalizzazione del FTSE 100 sulle materie prime e sulle società minerarie, che hanno avuto performance deludenti negli ultimi anni, nonché alla sua significativa esposizione ai paesi in via di sviluppo economie che hanno anch’esse conosciuto uno sviluppo lento. Nel frattempo, colossi tecnologici come Google e Facebook hanno contribuito ad aumentare il ritmo di crescita dell’S&P.

Come fare trading sul FTSE100 con le opzioni binarie?

Il trading del FTSE100 con le opzioni binarie può offrire opportunità gratificanti se affrontato con una strategia chiara. Di seguito è riportata una guida completa per aiutarti a iniziare:

1. Scegli un broker affidabile

Selezionare un broker affidabile è fondamentale. Scegli un'azienda consolidata che non solo offre trading di opzioni binarie ma fornisce anche accesso a indici come il FTSE100.

Di seguito sono riportati i tre più votati Broker di opzioni binarie che soddisfano criteri rigorosi di sicurezza, rendimenti competitivi e presenza globale. Ogni broker facilita l'apertura di un conto demo binario gratuito, permettendoti di esercitarti nel trading senza rischi.

Broker:
Revisione:
Vantaggi:
L'offerta:
Prodotto: 97%+
12345
5.0/5
  • Accoglie favorevolmente i clienti internazionali
  • Offre pagamenti elevati: 90% – 97%+
  • Piattaforma di trading di livello professionale
  • Processo di deposito rapido
  • Abilita il trading sociale
  • Fornisce incentivi bonus gratuiti

$ 5

   Visita il broker

(Avviso di rischio: il trading è rischioso)

Prodotto: 95%+
12345
5.0/5
  • min. deposito $10
  • $10,000 demo
  • Piattaforma professionale
  • Alto profitto fino a 95%
  • Prelievi veloci
  • Segnali

$10

   Visita il broker

(Avviso di rischio: il trading è rischioso)

Prodotto: Fino a 100%
12345
5/5
  • Deposito minimo $10
  • Conto demo gratuito
  • Elevato rendimento fino a 100% (in caso di previsione corretta)
  • La piattaforma è facile da usare
  • Assistenza 24 ore su 24, 7 giorni su 7

$10

   Visita il broker

(Avviso di rischio: il trading è rischioso)

Broker:
5.0/5
12345
Prodotto: 97%+
Vantaggi:
  • Accoglie favorevolmente i clienti internazionali
  • Offre pagamenti elevati: 90% – 97%+
  • Piattaforma di trading di livello professionale
  • Processo di deposito rapido
  • Abilita il trading sociale
  • Fornisce incentivi bonus gratuiti
L'offerta:

$ 5

Visita il broker

(Avviso di rischio: il trading è rischioso)

Broker:
5.0/5
12345
Prodotto: 95%+
Vantaggi:
  • min. deposito $10
  • $10,000 demo
  • Piattaforma professionale
  • Alto profitto fino a 95%
  • Prelievi veloci
  • Segnali
L'offerta:

$10

Visita il broker

(Avviso di rischio: il trading è rischioso)

Broker:
5/5
12345
Prodotto: Fino a 100%
Vantaggi:
  • Deposito minimo $10
  • Conto demo gratuito
  • Elevato rendimento fino a 100% (in caso di previsione corretta)
  • La piattaforma è facile da usare
  • Assistenza 24 ore su 24, 7 giorni su 7
L'offerta:

$10

Visita il broker

(Avviso di rischio: il trading è rischioso)

2. Registra il tuo account

Dopo aver selezionato un broker, procedi con la registrazione di un conto di trading. Ciò in genere comporta la fornitura di dati personali di base, la creazione di un accesso sicuro e il completamento delle procedure di verifica dell'identità come richiesto dalle normative. Alcuni broker possono offrire la comodità di registrarsi tramite profili di social media.

3. Demo o deposito

Considera l'idea di iniziare con un conto demo per affinare le tue abilità nel trading di opzioni binarie FTSE100 senza rischiare capitale reale. Acquisisci familiarità con le funzionalità della piattaforma, sperimenta diverse strategie e acquisisci sicurezza. Una volta pronto, deposita fondi sul tuo conto di trading utilizzando i metodi di pagamento sicuri supportati dal broker.

4. Seleziona FTSE100 come asset

Le opzioni binarie consentono ai trader di speculare sui movimenti dei prezzi di vari asset, tra cui indici come il FTSE100. Scegli il FTSE100 come asset preferito, in linea con la tua strategia di trading e la tua tolleranza al rischio. Sulle piattaforme di trading di opzioni binarie come PocketOption, puoi trovare l'indice FTSE 100 elencato con il nome 100GBP.

5. Sviluppa la tua strategia

Crea a strategia di trading basato su un'analisi approfondita dell'indice FTSE100. Determina se prevedi un aumento dell'indice (Opzioni di chiamata) o cadere (Opzione Metti) entro un periodo di tempo specificato. Utilizza diversi indicatori tecnici come medie mobili, indice di forza relativa (RSI), oscillatori stocastici e bande di Bollinger per identificare potenziali punti di entrata e di uscita.

6. Imposta la scadenza

I contratti di opzioni binarie hanno tempi di scadenza predefiniti, che vanno da durate a breve a lungo termine. Considera il tuo approccio al trading e seleziona un intervallo di scadenza adeguato. Decidi se impegnarti nel trading di opzioni a breve o lungo termine.

7. Determinare l'investimento

Imposta l'importo dell'investimento che ritieni opportuno, tenendo presente eventuali restrizioni sul conto imposte dal broker. Il tuo investimento è direttamente correlato a potenziali rendimenti e perdite, quindi gestisci il rischio con prudenza.

8. Eseguire e monitorare

Una volta impostati tutti i parametri, avvia l'operazione selezionando uno dei due "Chiama" (più alto) o “Metti” (Inferiore) in base alla tua analisi Monitora l'operazione fino alla scadenza ed esplora le opzioni di chiusura anticipata se fornite dal broker.

Se la tua previsione è corretta, goditi un pagamento di 51% (quando usi PocketOption) del tuo investimento, a seconda del broker e del movimento FTSE100.

Circa l'autore

Percival Knight
Percival Knight è un trader esperto di opzioni binarie da più di dieci anni. Principalmente, effettua operazioni di 60 secondi con un tasso di successo molto elevato. Le mie strategie preferite sono l'utilizzo di candelieri e falsi breakout

Scrivi un commento