Tasse sulle opzioni binarie: spiegazione della tassazione globale | Approfondimenti


Dichiarazione di non responsabilità: questo articolo è solo a scopo informativo. Le leggi possono cambiare rapidamente. Non siamo consulenti fiscali. Ti consigliamo di rivolgerti a un consulente fiscale per una consulenza fiscale personale.

Il trading di opzioni binarie può essere un’entusiasmante attività finanziaria, ma non è priva di implicazioni fiscali. Il modo in cui viene tassato il trading binario varia da un paese all'altro ed è fondamentale capire come funziona nella tua posizione specifica. 

Questo articolo semplificherà le complessità ed esplorerà come trading di opzioni binarie è tassato in diversi paesi. Forniremo gli approfondimenti di cui hai bisogno per orientarti tra le norme fiscali nel tuo paese, che tu sia un trader esperto o che tu abbia appena iniziato.

I fatti più importanti sulla tassazione delle opzioni binarie:

  • La tassazione delle opzioni binarie differisce in tutto il mondo, classificandosi come plusvalenze, reddito o gioco d'azzardo in diversi paesi.
  • Le aliquote fiscali variano, dalle plusvalenze a breve termine negli Stati Uniti alle aliquote forfettarie in India. La tenuta accurata dei registri è vitale.
  • Le strategie di riduzione fiscale includono la compensazione degli utili con le perdite, la considerazione delle sospensioni a lungo termine e la contabilizzazione delle spese deducibili.
  • A causa della complessità della tassazione delle opzioni binarie, consulta sempre un esperto fiscale nella tua regione.

Cosa sono le tasse sulle opzioni binarie?

Le tasse sulle opzioni binarie si riferiscono alle norme fiscali e ai requisiti che i governi impongono sui profitti guadagnati attraverso il trading di opzioni binarie. Queste tasse possono variare in modo significativo da un paese all'altro e possono dipendere dalle circostanze specifiche del commerciante. 

In alcuni paesi, i profitti delle opzioni binarie possono essere soggetti a imposta sul reddito, imposta sulle plusvalenze o ad altre forme di tassazione. Tuttavia, ci sono anche luoghi in cui il trading di opzioni binarie non è soggetto a obblighi fiscali.

I trader devono comprendere le implicazioni fiscali delle loro attività di trading di opzioni binarie nelle rispettive giurisdizioni e rispettare le leggi fiscali e i requisiti di rendicontazione

Norme fiscali diverse in paesi diversi:

La tassa per le opzioni binarie è diversa da paese a paese. Inoltre, tienilo presente in molti Paesi, Il commercio binario è vietato. Qui riassumiamo la tassazione:

Stati Uniti d'America

Nel stati Uniti, la tassazione delle opzioni binarie è influenzata da vari fattori. Per cominciare, se il periodo di scadenza è inferiore a 12 mesi, il reddito è classificato come plusvalenza a breve termine. 

I guadagni a breve termine sono soggetti a tassazione alle aliquote regolari dell'imposta sul reddito, che vanno da 10% a 37%. Le operazioni che scadono dopo un anno lo sono generalmente considerate plusvalenze a lungo termine e rientrano in uno dei tre scaglioni fiscali: 0%, 15% o 20%

Vale la pena notare che gli scaglioni fiscali possono differire a seconda dello stato di dichiarazione, ad esempio capofamiglia, dichiarazione congiunta di matrimonio, dichiarazione di matrimonio separatamente o single. Se i tuoi profitti commerciali superano $600 entro un anno fiscale, è obbligatorio presentare una dichiarazione dei redditi all'IRS. 

Ogni trader può compensare fino a $3.000 di perdite rispetto al proprio reddito totale. Ad esempio, se i tuoi rendimenti di negoziazione ammontano a $6.000 ma hai subito perdite di $3.000, verrai tassato solo sull'utile netto di $3.000.

UK

Prima del 2018, le opzioni binarie lo erano considerata una forma di gioco d'azzardo nel UK, e tutte le entrate generate sono rimaste esenti da imposte. Tuttavia, con la successiva regolamentazione delle opzioni binarie e il divieto del commercio al dettaglio da parte dell' Autorità di condotta finanziaria (FCA) nel 2019, le norme fiscali per i commercianti con sede nel Regno Unito sono diventate ambigue. Di conseguenza, in questo panorama complesso, è altamente consigliabile rivolgersi a un consulente fiscale qualificato.

Canada

In Canada, i profitti ottenuti dal trading di opzioni binarie rientrano nelle plusvalenze a fini fiscali. Di conseguenza, questi guadagni non rientrano nella normale detrazione fiscale sul reddito. In particolare, solo 50% delle plusvalenze realizzate sono soggette a tassazione. Inoltre, le perdite subite durante un anno fiscale possono essere sottratte dai guadagni, garantendo che solo i profitti netti siano soggetti a tassazione.

L'importo specifico dell'imposta dovuta varia in base alla provincia di residenza. Puoi fare riferimento alla sezione "tasse" sul sito web ufficiale del tuo governo provinciale per ulteriori informazioni e indicazioni relative alle questioni fiscali.

India

La tassazione delle opzioni binarie India segue un approccio relativamente semplice. Le opzioni binarie sono considerate prodotti speculativi e i loro profitti sono soggetti a tassazione in base a una serie di regolamenti separati dalle normali fonti di reddito. Nello specifico, a L'imposta forfettaria di 30% si applica ai guadagni speculativi, comprese eventuali commissioni o supplementi associati.

Australia

Se non sei sicuro delle implicazioni fiscali di trading di opzioni binarie in Australia, è essenziale notare che la regolamentazione resta incerta. Attualmente, le opzioni binarie sono state vietate in seguito all'introduzione di un Divieto di 18 mesi dal Commissione australiana per i titoli e gli investimenti (ASIC) nel maggio 2021. 

Nel settembre 2022, il divieto è stato esteso fino all'ottobre 2031 per proteggere i trader di opzioni binarie al dettaglio da ulteriori perdite. Le norme e le linee guida fiscali specifiche che si applicheranno dopo tale data rimangono sconosciute.

Europa 

Regolamenti finanziari imposti dal Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA), come MiFID e MiFID II, impongono limitazioni alla pubblicità e al commercio di opzioni binarie in tutta Europa. 

sebbene il il divieto non è stato revocato, alcuni paesi continuano a limitare l'offerta di opzioni binarie da parte delle piattaforme agli investitori al dettaglio. Vale la pena notare che la tassazione delle opzioni binarie varia da una nazione all’altra.

Francia

Francia

Anche se in Francia la pubblicità attiva delle opzioni binarie è limitata, queste possono comunque essere legalmente scambiate. Attualmente, i profitti generati dal trading di opzioni binarie sono classificati come plusvalenze e sono soggetti a a aliquota fiscale fissa di 30%. È importante notare che questa aliquota fiscale rimane coerente e non è influenzata dalla normale fascia di imposta sul reddito.

Spagna

Spagna

In Spagna, i profitti guadagnati dalla negoziazione di strumenti finanziari, comprese le opzioni binarie, sono generalmente soggetti all’imposta sulle plusvalenze. L’aliquota fiscale sulle plusvalenze varia in base alla tipologia di asset e alla durata dell’investimento.

Se sei un trader di opzioni binarie residente, le aliquote fiscali applicabili sulle plusvalenze in Spagna sono le seguenti:

  • 19% sui primi 6.000€ di profitto.
  • 21 % per guadagni compresi tra 6.000€ e 50.000€.
  • 23% per utili superiori a 50.000€.

Germania

Germania

In Germania, se accumuli profitti pari a 1.000€ in un anno fiscale attraverso il trading di opzioni binarie, devi versare un aliquota fiscale fissa di 25%, accompagnato da un sovrapprezzo.

Anche l'autorità di regolamentazione finanziaria tedesca, BaFin, ha esteso il divieto di negoziazione di opzioni binarie per i trader residenti nel 2019, dopo il divieto iniziale dell'ESMA nel 2017. I trader che desiderano evitare questo divieto possono registrarsi presso broker stranieri.

Italia

Italia

In Italia si è discusso molto sulla questione se le opzioni binarie debbano essere classificate come giochi d’azzardo. Se classificato come tale, ciò implicherebbe che eventuali profitti risultanti potrebbero essere soggetti a a Aliquota fiscale 20%, in linea con la tassazione del gioco d'azzardo nei casinò. Tuttavia, al momento, solo le società di investimento o le banche hanno la capacità giuridica per impegnarsi nel trading di opzioni binarie.

Inoltre, l’Autorità di regolamentazione finanziaria italiana, CONSOB, ha dichiarato che è contro la legge che clienti residenti in Italia effettuino operazioni commerciali con intermediari offshore. Sebbene l’applicazione di questo divieto possa presentare sfide, i potenziali investitori dovrebbero considerare queste linee guida normative.

Brasile

Guadagni dal trading di opzioni binarie Brasile sono comunemente considerati plusvalenze e soggetti alla corrispondente tassazione. L’aliquota fiscale dipende dalla durata dell’investimento e dall’importo del profitto, con i guadagni a breve termine tassati ad aliquote più elevate rispetto ai guadagni a lungo termine.

Prima del 2017, l’aliquota fiscale era fissata a 15%, ma adesso sì può variare da 15% a 22.5%, a seconda del profitto che realizzi.

Messico

Guadagni dal trading di opzioni binarie Messico sono generalmente considerati reddito imponibile. Se guadagni dal trading di opzioni binarie, ti potrebbe essere richiesto di dichiarare tale reddito e pagare le tasse su di esso. Le norme e le aliquote fiscali precise possono variare in base al reddito totale, alla durata dell'investimento e alla legislazione fiscale pertinente in Messico.

È essenziale consultare un professionista fiscale o le autorità fiscali messicane per ottenere informazioni precise su come vengono tassati i profitti delle opzioni binarie in Messico. Le normative fiscali per le opzioni binarie al momento non sono chiare e le regole esatte possono variare in base alle circostanze.

Singapore

Singapore offre un quadro fiscale vantaggioso per i trader di opzioni binarie. IL Autorità delle entrate interne di Singapore (IRAS) classifica il trading di opzioni binarie come un'attività speculativa, con il risultato che i guadagni derivanti dal trading di opzioni binarie sono esenti dall'imposta sul reddito. Questa esenzione rappresenta un notevole vantaggio per i trader di opzioni binarie a Singapore, consentendo loro di trattenere una quota maggiore dei loro guadagni.

Tuttavia, è essenziale riconoscere che questo sgravio fiscale si applica esclusivamente agli individui che praticano il trading di opzioni binarie come passatempo o come fonte di reddito supplementare. Se scegli di intraprendere il trading di opzioni binarie come occupazione a tempo pieno o come fonte primaria di sostentamento, questa sarà considerata un’attività commerciale e i tuoi profitti saranno soggetti a tassazione.

Malaysia

Se non sei classificato come operatore professionale, la tua responsabilità fiscale sul reddito viene determinata utilizzando una scala progressiva. Tuo l'aliquota fiscale varierà da 0% a 28% in Malaysia, a seconda del tuo reddito totale in un periodo di 12 mesi. Eventuali guadagni maturati dal trading di opzioni binarie sono considerati una componente di questo reddito e devono essere divulgati.

Di conseguenza, è fondamentale tenere un registro completo di tutte le tue attività di trading, indipendentemente dal fatto che abbiano comportato un profitto o una perdita. Il mancato rispetto delle norme fiscali può comportare sanzioni finanziarie significative, tra cui una multa di 20.000 MYR e un importo pari a 300% dell'imposta dovuta non dichiarata.

Come riempire le tasse sulle opzioni binarie:

Compilare le tasse relative al trading di opzioni binarie può essere complesso, poiché varia in base al paese e alle circostanze individuali.

I passi sono come segue:

  • #1 Conserva i registri: Mantieni registrazioni dettagliate del tuo trading di opzioni binarie, inclusi i dettagli e i risultati dell'operazione.
  • #2 Determinare lo status fiscale: Scopri se i tuoi profitti commerciali sono tassabili nel tuo Paese e come sono classificati (plusvalenze o redditi).
  • #3 Raccogliere documenti: Raccogli i documenti relativi alle tasse dal tuo broker o borsa.
  • #4 Segnalazione entrate: Includi il tuo reddito commerciale nella tua dichiarazione dei redditi annuale.
  • #5 Consultare un professionista: Chiedi consiglio a un professionista fiscale o a un contabile che abbia familiarità con le leggi fiscali del tuo paese.
  • #6 Paga le tasse in tempo: Assicurati di pagare tempestivamente le tasse dovute per evitare di incorrere in sanzioni.
  • #7 Resta sempre informato: Tieniti aggiornato su eventuali modifiche alle leggi fiscali specifiche della tua regione.

Come ridurre le tasse?

Ridurre le tasse per il trading di opzioni binarie può essere impegnativo, ma ci sono alcune strategie che i trader possono prendere in considerazione per ridurre al minimo la loro responsabilità fiscale. Ricorda che le normative fiscali differiscono da paese a paese, quindi è essenziale chiedere consiglio a un esperto fiscale che abbia familiarità con le leggi fiscali applicabili nella tua regione.

Ecco alcune strategie generali che possono aiutare a ridurre le tasse:

Compensare i guadagni con le perdite: in molti sistemi fiscali è possibile compensare le plusvalenze con le minusvalenze. Se subisci perdite derivanti da operazioni specifiche, valuta la possibilità di compensare i guadagni derivanti dal trading di opzioni binarie con tali perdite per ridurre il reddito imponibile complessivo.

Mantenere gli investimenti a lungo termine: alcune nazioni forniscono aliquote fiscali ridotte per investimenti a lungo termine invece che per scambi a breve termine. Se il tuo Paese ha un’aliquota fiscale preferenziale per le plusvalenze a lungo termine, valuta la possibilità di mantenere le operazioni vincenti sulle opzioni binarie più a lungo.

Considera le spese deducibili: a seconda della tua posizione, puoi detrarre costi specifici relativi al trading, come commissioni della piattaforma o materiale didattico. È essenziale registrare queste spese e consultare i professionisti fiscali in caso di incertezze.

Ottieni consulenti esperti per le leggi fiscali

Affrontare le tasse legate al trading di opzioni binarie può essere complicato. È una buona idea parlare con un esperto fiscale che conosca le regole della tua zona. Possono darti consigli personalizzati e assicurarti di fare le cose giuste quando dichiari le tasse.

Conclusione: chiedere una consulenza professionale quando necessario

In sintesi, la tassazione del trading di opzioni binarie varia da paese a paese, con normative e codici fiscali diversi. I trader dovrebbero rimanere informati sulle norme fiscali del proprio paese specifico, poiché possono essere classificate come plusvalenze o gioco d'azzardo speculativo, ciascuna con le proprie aliquote fiscali e requisiti di rendicontazione. 

Rimanere aggiornati sulle leggi fiscali, cercare una consulenza professionale quando necessario e rispettare i limiti legali durante la gestione del proprio portafoglio finanziario attraverso il trading di opzioni binarie è fondamentale.

Domande più frequenti sull'argomento:

Dove posso accedere alle informazioni sul pagamento delle tasse sulle opzioni binarie?

In genere puoi trovare indicazioni sulle normative e sugli obblighi fiscali delle opzioni binarie sul sito web dell'ufficio delle imposte del tuo paese. Valuta la possibilità di consultare un consulente fiscale locale per chiarimenti se le informazioni non sono chiare o confuse.

Come posso adempiere ai miei obblighi fiscali per il trading di opzioni binarie in India?

Visita il sito web ufficiale delle autorità fiscali indiane per trovare una guida completa su come adempiere ai tuoi obblighi fiscali. Sul loro sito web vedrai una sezione dedicata intitolata "Pagamento delle imposte online", che include un collegamento al modulo di dichiarazione dei redditi. Segui i passaggi sullo schermo per inserire in modo sicuro le tue informazioni personali e i dettagli di pagamento.

Esiste l’obbligo di pagare le tasse sul reddito generato dal trading di opzioni binarie?

Nella maggior parte dei paesi, le opzioni binarie sono trattate in modo simile agli strumenti di trading tradizionali e gli individui sono generalmente soggetti all’imposta standard sul reddito o all’imposta sulle plusvalenze. Tuttavia, è essenziale notare che in alcuni paesi le opzioni binarie sono considerate gioco d’azzardo, con conseguenti profitti esentasse.

Circa l'autore

Percival Knight
Percival Knight è un trader esperto di opzioni binarie da più di dieci anni. Principalmente, effettua operazioni di 60 secondi con un tasso di successo molto elevato. Le mie strategie preferite sono l'utilizzo di candelieri e falsi breakout

Scrivi un commento